Dopo l'alto un basso

Dopo l'alto un basso
La crisi della corona è tutt'altro che senza traccia nel settore ICT. Attualmente, sta principalmente causando colli di bottiglia dell'offerta e aumentando i prezzi dei prodotti per l'home office, ma gli esperti prevedono un imminente crollo della domanda. Ma ci sono anche opportunità e, soprattutto, tanta disponibilità.

Normalmente, il prezzo di acquisto al dettaglio della webcam "C920" di Logitech oscilla in modo affidabile tra 40 e un massimo di 60 euro. Per molti anni ci sono state al massimo piccole oscillazioni in una direzione o nell'altra. Ma quasi nulla è normale nella situazione attuale. Nel giro di poche settimane l'HEK della webcam è salito rapidamente ed è quasi triplicato da 43 ad oggi oltre 120 euro, come si evince dai dati sulla piattaforma dealer IT-Scope, che riceve informazioni da centinaia di distributori ITK attivi in ​​Germania. Un esempio tratto dal libro di testo di economia, afferma Benjamin Mund, amministratore delegato di IT-Scope, in un'intervista a CRN. »Domanda e offerta.« Il rialzo dei prezzi è stato preceduto più volte da picchi di vendita da gennaio, le scorte sono state svuotate rapidamente di conseguenza, il C920 è attualmente disponibile solo presso pochi grossisti.

"Non abbastanza per soddisfare la domanda"

"Non ho mai vissuto una situazione del genere", riferisce a CRN Marco Kuhn, responsabile vendite della società di elaborazione IT bb-net (qui puoi trovare il intero post). Sebbene l'azienda con sede a Schweinfurt sia stata in grado di aumentare in modo significativo la propria produzione di notebook a breve termine, ciò era "lungi dall'essere sufficiente per soddisfare la domanda". Una situazione eccezionale, non solo per la Bassa Franconia, ma per l'intero canale ITK. La domanda per quasi tutti i gruppi di prodotti legati al lavoro decentralizzato e all'home office è esplosa nelle ultime settimane a causa della crisi Corona.

“Resta a casa” è il motto di questi giorni. Il governo federale ha invitato tutte le aziende a lavorare da casa ove possibile al fine di ridurre al minimo il rischio di infezione del virus tra i dipendenti. Angela Merkel stessa dà il buon esempio e attualmente governa tra le sue quattro mura. Mentre il Cancelliere poteva certamente già ricorrere agli strumenti adeguati, per molte aziende era necessario creare l'infrastruttura necessaria nel più breve tempo possibile per poter mappare tutti i processi aziendali in modo decentralizzato. Le soluzioni di collaborazione sono quindi più richieste che mai, Microsoft ha segnalato dodici milioni di nuovi utenti di Teams in una settimana, Zoom parla di download dodici volte superiori e anche provider come Slack, Cisco e Google stanno affrontando un assalto simile. Più di recente, Microsoft ha persino dovuto limitare la funzionalità di molti dei suoi servizi Office 365 per essere in grado di far fronte all'elevato volume di dati: questo passaggio è stato preceduto da massicce interruzioni da parte dei team nel corso di pochi giorni.

La domanda presto svanirà

Gli strumenti di collaborazione e comunicazione necessari sono da un lato, l'hardware corrispondente dall'altro. Oltre alle webcam e agli auricolari, il mercato dei notebook nella fascia di prezzo medio-bassa in particolare è quasi vuoto e le scorte di molti modelli, secondo IT Scope, sono quasi nulle. "Al momento non ci sono quasi prodotti sul mercato quando si tratta di apparecchiature per l'ufficio domestico", riferisce Bernadette Jürs, responsabile delle vendite di Axro, un distributore di Amburgo principalmente per i materiali di consumo. Ad esempio, alla fine di febbraio, secondo IT-Scope, il "Lenovo ThinkBook" non era più disponibile da nessuno dei 370 distributori. Secondo Benjamin Mund, in molti casi avrebbero aumentato le scorte nel primo trimestre, ma non sempre con i prodotti giusti. In particolare, sono stati acquistati componenti come CPU e memoria, la cui produzione in Cina a volte si bloccava. Tuttavia, l'improvvisa domanda di soluzioni per l'home office ei conseguenti colli di bottiglia nelle consegne potevano essere previsti solo da pochissimi esperti del settore.

COMUNICATI STAMPA


fileAzione
Funkschau, 07.04.2020 aprile XNUMX, After the high a low (PDF)Scaricare
CRN, 03.04.2020/XNUMX/XNUMX, After the high a low (PDF)Scaricare
Scorrere fino a Top