Gli accessori usati non sono privi di valore

gli accessori usati non sono privi di valore
Le periferiche IT ben conservate non appartengono alla spazzatura

04 giugno 2018 | ChannelPartner

Le periferiche IT ben conservate non appartengono alla spazzatura. I distributori e le società di remarketing sono specializzati in hardware usato. Ciò consente di risparmiare budget e ambiente.

Per alcuni clienti, i prodotti IT che sono stati cancellati e ritirati, demo e test o resi possono essere alternative interessanti a nuovi acquisti costosi. Ma i beni usati devono essere acquistati, raccolti, rilavorati e rimessi in circolazione.

Per le periferiche IT, invece, le offerte sono gestibili. Con articoli come tastiere o mouse, il basso prezzo di acquisto difficilmente vale la pena di essere ricondizionato. "Il ricondizionamento e il remarketing fanno parte del nostro servizio completo e completo per l'hardware IT. Il nostro focus, tuttavia, è su PC e notebook ”, spiega Simone Blome-Schwitzki, portavoce del management di Also. Nel caso delle periferiche, devi decidere caso per caso cosa ha senso dal punto di vista economico o ambientale.

In Ingram Micro sono riluttanti a chiedere informazioni sul riciclaggio o sul remarketing delle periferiche IT. "Offriamo una gamma completa di prodotti, dal remarketing di apparecchiature IT e di telecomunicazione usate al riciclaggio dei rifiuti elettronici e alla distruzione certificata dei dati", spiega Eric Rositzki, Executive Lifecycle Services e Managing Director di Ingram Micro Services.

Buona attrezzatura a una frazione del prezzo originale

Gli specialisti del remarketing sono più specifici: "I monitor TFT sono uno dei nostri gruppi di prodotti principali, che elaboriamo completamente internamente e riportiamo sul mercato tramite il nostro marchio TecXL", afferma Marco Kuhn, firmatario autorizzato e responsabile delle vendite di BB-Net. Come per computer e notebook, il prerequisito è la qualità dei dispositivi, che di solito provengono dalle linee di business di produttori come HP, Fujitsu, NEC o Eizo. "Offriamo ai nostri partner di vendita al dettaglio specializzati l'opportunità di acquistare le loro vecchie apparecchiature IT come PC, notebook, monitor o persino MFP e stampanti", afferma Sven Bent, amministratore delegato di CDS IT-Systems, descrivendo l'offerta della sua azienda. Il rollback delle stampanti, in particolare, è una "competenza fondamentale". Dopo l'elaborazione, il re-marketing avviene tramite la piattaforma B2B dell'azienda "CDS Weblounge" o tramite la piattaforma di aste "B4B-Mall".

Sia i rivenditori che i clienti traggono vantaggio dalla ristrutturazione professionale. Il direttore di Ingram Rositzki guida l'economia, la sicurezza dei dati, la sostenibilità e la protezione ambientale, nonché la concentrazione sul core business del settore. "In progetti e appalti in particolare, la considerazione dei valori residui per i vecchi beni porta a vantaggi in termini di costi nelle nuove attività", aggiunge anche l'amministratore delegato Blome-Schwitzki.

Marco Kuhn di BB-Net vede un grande potenziale di margine e anche la possibilità di offrire ai clienti attenti al prezzo merci di alta qualità. "Per il cliente finale, questo significa ottenere attrezzature professionali a una frazione del prezzo originale senza sacrificare la qualità e la sicurezza di una garanzia", ​​sottolinea.

DOWNLOAD COMUNICATO STAMPA


fileAzione
accessori-usati-non-inutili, 3333904Scaricare
accessori-usati-partner-di-canale.pdfScaricare
Scorrere fino a Top